internet
INTERNET PUO' ESSERE REGOLAMENTATO?
08 MAGGIO 2018

Francesco Posteraro, commissario AGCOM, si è posto l’obiettivo prioritario ed ambizioso di regolamentare il mondo di internet per evitare che i grandi colossi possano governare a loro piacimento le “praterie digitali“.

Difficilissimo sarà imporre a questi Titani del WEB un’aliquota ragionevole ai loro enormi profitti o di pensare che si possa costringerli a mettere a frutto sotto il profilo economico i dati personali che accumulano nel corso della loro attività.

Si può, però, costringerli ad assumersi la responsabilità dei contenuti sulle loro piattaforme.reteinternet

La Rete non è un enorme ed immensa autostrada dove si naviga indisturbati senza alcuna regola. In realtà all’interno del WEB c’è chi organizza il traffico, stabilendo l’ordine di ingresso e le priorità, ovvero, ci sono i cosiddetti AGGREGATORI DI CONTENUTI.

Quest’organizzazione del flusso dei dati influenza in maniera notevole gli orientamenti e le scelte del pubblico.

Qualcuno obietta, però, che questa responsabilità non può essere addebitata a qualcuno visto che l’organizzazione di tali dati viene regolamentata dagli ALGORITMI.

Tutto questo è assolutamente vero, ma si potrebbe chiedere a queste MAJOR di introdurre funzioni che rendano non accessibili o almeno retrocedano agli ultimi posti i responsabili di violazioni accertate a pubbliche autorità, giurisdizionali o amministrative.

Tutta questa problematica in Italia è regolamentata da una legge del 2000 ma il WEB è cambiato completamente.

Nel 2015 la Camera dei Deputati, attraverso un’indagine conoscitiva, è pervenuta alla conclusione che la piattaforme si muove in una ZONA GRIGIA.

Si è provato a risolvere le problematiche con qualche intervento frammentario riferito a specifiche situazioni come la tutela dei minori o l’incremento all’odio, ma il risultato sono state delle misure insufficienti.

Speriamo che le vicende che coinvolto Facebook potrebbe far “svegliare” le coscienze dei nostri governi e scuota l’inerzia delle istituzioni da far in modo che le praterie digitali non diventino un far WEB dominato dalla legge della forza.